Tu sei qui

On. Enrica Onorati - Assessore Agricoltura, Promozione della Filiera e della Cultura del Cibo, Ambiente e Risorse Naturali Regione Lazio

On. Enrica Onorati - Assessore Agricoltura, Promozione della Filiera e della Cultura del Cibo, Ambiente e Risorse Naturali Regione Lazio

Grazie agli organizzatori.
Un Benvenuto a questa importante realtà che mette insieme le ASL di Latina e Frosinone, perchè credo sia questa, sempre di più l’ottica con la quale guardare: sia in ottica politico istituzionale che in ottica formativa e di incontro e di confronto e credo anche dal programma che ho ricevuto, ho visto un programma che si lega a maglie sempre più strette con quelle deleghe che rappresento anche io.

Quando penso alla parola noi siamo a quello che mangiamo, noi lo siamo anche grazie e soprattutto al lavoro che viene svolto d’intesa con voi che siete ASL veterinaria, che siete la salubrità, che siete l’apporto salutare e di crescita nelle nostre imprese agricole, agroalimentari e zootecniche.
Quindi quando pensiamo ovviamente ad un cibo sano un cibo sostenibile un cibo che faccia bene e imprescindibile il binomio, il connubio strettissimo con tutti voi.

E devo dire che anche dal programma lo avete, nelle varie giornate lo avete affrontato in più aspetti, negli aspetti operativi in situ, nelle aziende, nelle aziende zootecniche negli aspetti poi della trasformazione della filiera; la filiera come è stato ricordato è uno degli asset molto importanti di questo mandato, ma anche del mandato scorso e qui è una politica diciamo non dell’anno, ma oramai al settimo anno per il Presidente Zingaretti, dove c’è una continuità negli obiettivi nel tempo, anche se io arrivo da diciotto mesi e ho presa in carico il tema della filiera e della cultura del cibo:

cultura intesa anche come tutto quello che è il trasferimento di conoscenza di approfondimento e di ricerca che sta dietro quel bisogno di nutrire le persone ma soprattutto di far stare bene tutta la filiera produttiva tutta la filiera del lavoratore e delle imprese unitamente ovviamente al nostro consumatore finale che è il nostro alleato migliore in questa fase storica perchè i consumatori spingono sempre di più il mondo delle imprese, il mondo delle istituzioni, il mondo delle strutture tecniche di supporto come ovviamente le ASL rappresentano anche voi, a fare sempre di più e meglio, a rassicurare sempre di più tutti quei processi, a farlo però in un ottica più globale e anche di sistema europeo.

Perchè li dove si fa sistema anche quella produzione ha quel valore aggiunto sul mercato che le deve anche essere riconosciuto. E questa consapevolezza deve avvenire anche insieme a voi. Parlare di filiera vuole dire parlare anche di prezzo giusto, di un prezzo sano che racconti tutto quello che voi fate, che racconti tutto quello che fanno le imprese accanto a voi con il vostro apporto e supporto costante e quotidiano. Ecco nell’ottica di sinergie di filiera io credo che siano questi gli obiettivi target che ci siamo prefigurati.

Tutto quello che muoviamo sia in termini di risorse regionali che di risorse comunitarie e ministeriali lo facciamo di riflesso e di converso proprio per tendere a questi obiettivi.
Poi sono grata di questa opportunità che credo possa essere ovviamente anche di una armonizzazione che sempre più anche nelle procedure che siano esse di tipo tecnico amministrativo, sono davvero molto necessarie ad un comparto come questo, un comparto che è molto grande e grandioso, in numeri in presenze e queste due Provincie lo testimoniano ovviamente anche in ottica di dati e di numeri che poi quelli ovviamente sostanziano la forza delle imprese e dei comparti agricoli ed agroalimentari e zootecnici, ma lo fate anche con un’armonizzazione di confronto.

Questo è fondamentale perchè li dove ovviamente per la propria parte di competenza nel proprio ambito o area all’interno delle ASL entra ovviamente in contatto con le aziende è bene farlo e immaginarlo sempre in un’armonizzazioni in una gestione associata e aggregata.

E in questo anche in una filiera istituzionale è importante e fondamentale anche a mio avviso quello che voi state affrontando in queste giornate perchè si lega, secondo me strettamente in maniera connessa, sia all’operato nostro in termini legiferativi ma anche all’operato di enti locali che molto spesso hanno in pancia delle realtà grandi, di imprese di numeri di presenze di imprese agricole e zootecniche ma che magari con difficoltà riescono a leggere i loro bisogni o a tradurli magari in una maniera armonia a livello operativo di risposta nei loro confronti.

Il mio ovviamente è solo un saluto ma anche una necessità, perchè parlare di sicurezza alimentare credo sia proprio una necessità per chi fa l’assessore all’agricoltura e all’ambiente e vi chiedo di avere anche gli esiti di questi lavori perchè mi interessa moltissimo i lavori rispetto ai reflui, rispetto alle deroghe, alla semplificazione sulle PAT, perchè ovviamente nel parcellizzare nelle varie tipologie d’impresa questi vostri spunti sono davvero degli spunti molto importanti che ci possono servire anche nel recepimento che dobbiamo necessariamente fare.

Dal mio canto col collega D’Amato come giunta lavoriamo davvero a stretto giro.
Su tutti gli atti coinvolgo ovviamente anche l’assessorato del collega D’Amato perchè c’è una interconnessione inscindibile anzi necessaria per tanti aspetti che io debbo assolutamente affrontare.
Ringraziamenti.