Tu sei qui

News - Comunicato - S. SCOLASTICA << NESSUNA CHIUSURA DI GASTROENTEROLOGIA >>

ASL
____________________________________

S. SCOLASTICA

<< NESSUNA CHIUSURA DI GASTROENTEROLOGIA >>
______________________________________
Notizia destituita di fondamento

In riferimento agli articoli pubblicati quest’oggi, desideriamo tranquillizzare la pubblica o-pinione ed i cittadini del territorio del Cassinate e comunicare che:

« Non è in programma la chiusura del Reparto di Gastroenterologia che, fra l’altro, sta con-tinuando ad erogare anche in questo periodo di agosto una attività di rilievo, né poteva mai balenare ad alcuno una idea del genere perché:

1) è l’unica UOC di questa branca dotata di posti letto di degenza che oggi sono completa-mente occupati (15 p.l. di reparto + 5/6 dislocati fuori reparto);

2) sono garantite prestazioni sullo stesso livello dei periodi precedenti, nonostante il normale e necessario avvicendamento di personale in ferie;

3) è garantita, infatti, l’attività di reparto, di guardie interdivisionali, di reperibilità e di ur-genze endoscopiche (anche per l’Ospedale di Sora);

4) sono garantiti i pacchetti ambulatoriali urgenti;

5) la sola attività ambulatoriale programmata è differita secondo priorità visto, come già detto, che siamo in Agosto e dopo un periodo di attività per il Covid-19.

6) inoltre, con l’espletamento del Concorso già avviato (con procedure gestite dalla ASL di Viterbo), arriveranno nella nostra ASL altri gastroenterologi.

Inoltre, non risponde a verità la notizia secondo cui sarebbe stata emanata una circolare
della Direzione Sanitaria dell’Ospedale “dove viene confermato lo stato di emergenza”.
L’Ospedale non è in emergenza, basti un solo dato per tutti:

A GIUGNO 2020 GLI INTERVENTI CHIRURGICI EFFETTUATI NELLE SALE OPERATORIE DI CASSINO (PROGRAMMATI ED IN URGENZA) SONO STATI IN NUMERO SUPERIORE RISPETTO ALLO STESSO MESE DELL’ANNO PRECEDENTE.

Infine, riguardo al decesso dell’uomo di 44 anni, purtroppo avvenuto tra l’8 ed il 9 Agosto e per il quale la Direzione della ASL vuole esprimere cordoglio e vicinanza alla famiglia, si precisa che:

- l’uomo è giunto in Ospedale, non trasportato dal 118, in condizioni molto gravi, affetto da grave insufficienza respiratoria acuta e per questo è stato immediatamente assistito di-rettamente in Sala Rossa (che è la Sala delle Terapie intensive in Pronto Soccorso). No-nostante tutti gli sforzi dei Medici di Urgenza, e dei Rianimatori, il paziente non ce l’ha fatta. L’appropriatezza e la tempestività dell’iter assistenziale e terapeutico talora, pur-troppo, ha come esito il decesso del paziente » .

Si ringrazia per l’attenzione e per il risalto che se ne vorrà dare.

F.to Marco Ferrara
Capo Ufficio Stampa ASL FR

Categoria: 

Ti potrebbe interessare anche: