Tu sei qui

Intervento S.E. Emilia Zarrilli Prefetto di Frosinone

intervento-prefetto-di-frosinone-0

Le buone abitudini alimentari, che tutti dobbiamo mettere in campo, sono l'obiettivo cui dobbiamo tendere.

Una volta si diceva: una mela al giorno toglie il medico di torno. Ma la mela deve essere una mela confacente, senza il concentrato massimo di pesticidi.

L'altro giorno ne parlavo proprio con il Dott. Petrucci: le mele della mia infanzia avevano un sapore particolare, non erano belle ma erano buone; allora cerchiamo di trovare cibi buoni anche se non belli. Dobbiamo tutelarci e informarci su quello che mangiamo e vedere se possibile la produzione, la filiera corta, che i produttori tentano di mettere in campo anche in questo territorio. Perchè questo è l'importante.

La tutela della nostra salute deve essere un pensiero primario di noi singoli individui, perchè il costo delle nostre malattie ricade sulla società tutta.

È questo il motivo per cui il Prefetto se ne occupa in prima persona, perchè il costo sociale di un malato sia esso dovuto in un incidente sul lavoro, sia esso seguente ad una malattia dovuta ad una degenerazione del sistema di vita di oggi, ricade su una società che sarà una società meno sana.

Allora il Prefetto mette in campo questa sua piccola capacità di convincimento nei confronti di tutti, per fare in modo che tutti siamo più convinti del nostro operato e ancora una volta grazie.

Non c'è il logo della Prefettura a sostenere questa iniziativa, c'è quello della Provincia, c'è quello del Comune, ma qui c'è il Prefetto che cerca di convincervi, con un fare pragmatico, ma mi auguro sostanziale, per dire a voi: cerchiamo di operare nel migliore dei modi e continuiamo a farlo per la salute della società.