Tu sei qui

Anno 2030: ERADICAZIONE MONDIALE EPATITE C

Postit giallo con la scritta avvisi

Conosci la tua ASL – Conoscere per curarsi

L’OMS ha fissato per il 2030 l’obiettivo di eradicazione mondiale dell’epatite C, grazie l’avvento dei farmaci antivirali innovativi per epatite C (DAA).

Dal 2005 la UOS Epatologia della ASL di Frosinone è l’unica a livello provinciale, per la prescrizione di tali farmaci, utilizzo di diagnostica sofisticata e guarigione delle epatiti virali.
È uno degli 11 centri prescrittori, nell’ambito del progetto della Regione Lazio. I farmaci per la cura dell’epatite C ci sono, funzionano e sono disponibili per tutti i pazienti. L’obbiettivo, ora, è individuare chi non sa di essere positivo al virus.

Lavorando in collaborazione con il Dipartimento delle dipendenze e dei Serd provinciali, la UOS Epatologia è impegnata nella ricerca del sommerso, ovvero l’attenzione è rivolta soprattutto a quelle persone positive al virus ma che non sanno di esserlo perchè asintomatiche ed a quei pazienti che non hanno avuto accesso a tali terapie per molteplici motivi.
Si tratta di pazienti fragili, T.D., alcoolisti, psichiatrici, finora sfuggiti a terapie curative, molto spesso perchè non adeguatamente informati o addirittura nell’impossibilità di poterle ottenere.

Secondo uno studio recente dell'Istituto Superiore di Sanità, in Italia sono circa 200mila le persone con HCV asintomatiche e inconsapevoli di essere contagiate. Una stima che si basa su un modello epidemiologico volto a prevedere e quantificare quei gruppi di persone su cui focalizzare l'attenzione della politica sanitaria in tema di epatite C.

Individuare l'epatite C, oggi, è semplice: basta un prelievo di sangue o l'analisi sulla saliva. Al ritmo dei pazienti trattati sino ad oggi, l'obiettivo eradicazione entro il 2030 è un traguardo ampiamente alla portata.

I risultati di questi farmaci innovativi sono eccezionali, garantendo fino al 95-100% di guarigione delle epatiti virali.
Oltre al guadagno in salute da parte dei pazienti, è notevole il risparmio di denaro pubblico, in quanto i pazienti non hanno più necessità di ricovero e di cure costose.

CURARSI FACILMENTE, SENZA EFFETTI COLLATERALI, IN BREVE TEMPO (8-12 settimane)

Questa è l’offerta che facciamo a tutti i cittadini che rilevino alterazioni della funzionalità epatica da virus epatici. Tutte le persone positive al virus sono trattate gratuitamente.
L’ambulatorio afferente alla UOS Epatologia è attivo tutti i giorni dal lunedi al venerdi dalle 9 alle 13 con prenotazione per visita epatologica al numero di prenotazione temporaneo 0775/8822453 (numero da usarsi fino a risoluzione dei problemi causati dall’attacco hacker ai server regionali) o inviare una email a: infocup@aslfrosinone.it.

Tel. ambulatorio 0775/8822227 Responsabile D.ssa Katia Casinelli (per comunicazioni urgenti)

Sono messe a disposizione ogni giorno visite aggiuntive, per pazienti con particolari necessità. È stato creato un Percorso diagnostico terapeutico assistenziale (PDTA) che favorisce l’accesso ai pazienti epatopatici.
L’ambulatorio effettua circa 1800-2000 visite annue ed offre la possibilità di effettuare iter diagnostici mirati per lo studio delle patologie epatiche mediante Pac diagnostici specifici.
Riprendiamo la corsa verso la guarigione che il Covid ha purtroppo rallentato e sconfiggiamo l’epatite C!

Il Direttore F.F. UOC Malattie Infettive
Responsabile UOS Epatologia D.ssa Katia Casinelli

Categoria: 

AllegatoDimensione
PDF icon Epatologia554.04 KB

Ti potrebbe interessare anche: