Tu sei qui

16 Ottobre 2017 - La sicurezza alimentare. L'imprenditore agricolo e l'industria alimentare

settimana-sicurezza-alimentare-2017-giorno-1-0

L'imprenditore agricolo, in forma singola o associata (cooperative), può esercitare, oltre alle tradizionali attività di coltivazione o allevamento, anche la trasformazione e la commercializzazione dei prodotti sia essa diretta al consumatore finale sia a trasformatori o rivenditori ponendo sul mercato prodotti che in alternativa alla grande e media distribuzione organizzata forniscono requisiti di genuinità, legame gestione e manutenzione del territorio.

La normativa sanitaria nei suoi principali obiettivi di garanzia del consumatore non pone però differenza tra piccole e grandi produzioni, se non nei metodi di gestione: l'obbligo di fornire alimenti sicuri.

I regolamenti sull'igiene di tutti i prodotti alimentari impongono agli operatori del settore alimentare (OSA) di rispettare i requisiti generali in materia d'igiene, integrati da requisiti specifici per gli alimenti di origine animale, che in un contesto internazionale (ad esempio OMS, FAO, Code e ISO) costituiscono i cosiddetti programmi di prerequisiti (prerequisite program). Gli OSA sono tenuti a predisporre, attuare e mantenere procedure permanenti basate sui principi del sistema dell'analisi dei pericoli e dei punti critici di controllo (HACCP) che assieme ai principi del regolamento (CE) n. 178/2002 (analisi del rischio, principio di precauzione, trasparenza/comunicazione, responsabilità primaria degli OSA e rintracciabilità), costituiscono la base giuridica del sistema europeo di gestione per la sicurezza alimentare (Food Safety Management System - FSMS).

L'attuale orientamento della comunità contrappone all'applicazione esclusiva delle procedure HACCP un approccio più integrato che abbraccia sia i PRP sia il sistema HACCP nel quadro di un FSMS, prevedendo la flessibilità per determinate aziende e garantire la proporzionalità delle misure di controllo, adeguandole alla natura e alle dimensioni dell'attività. L'obiettivo della giornata è quello di offrire un utile confronto tra i diversi punti di vista dei protagonisti del settore alla luce delle specificità del territorio.

Relatori

  • Dott. Remo Rosati - IZS Lazio e Toscana;
  • Dr. Aldo Mattia - Dir. Reg. Coldiretti;
  • Dott.ssa Tiziana Zottola - IZS Lazio e Toscana;
  • Dott.ssa Tiziana Galli - IZS Lazio e Toscana;
  • Dott. Edoardo Corbucci - Consulente Risorse Verdi;
  • Dott. Raffaele Marrone - Ricercatore Università degli Studi di Napoli Federico II.

Data: Lunedì, 16 Ottobre, 2017
Luogo: Frosinone - Sala Conferenze Palazzo Provinciale Giovanni Jacobucci
Orario: dalle ore 15:00 alle ore 18:30

Relatori

Dott. R. Rosati - IZSLT; Dott. A. Mattia - Coldiretti Lazio
Dott. R. Marrone - Università Federico II Napoli
Dott.ssa T. Galli - Istituto Zooprofilattico LT
Dott. E. Corbucci - Risorse Naturali