Dipartimento per Integrazione Sociosanitaria e per la Tutela della Maternità e del Bambino

Responsabile: 

Dott.Marcello Russo

Sede: Via Armando Fabi snc edificio "C" Frosinone 

Tel 0775-8821 (Centralino ASL Frosinone)
e mail dipartimento integrazione@aslfrosinone.it

 

Il Dipartimento per Integrazione Sociosanitaria e per la Tutela della Maternità e del Bambino è l'apposito organismo per l’integrazione degli aspetti sanitari e sociali ed il coordinamento delle attività nell’area per l’assistenza pediatrica, così come definito nel P.S.N. 1994-96, par. 5:A “La tutela materno infantile”.

Il Dipartimento  svolge funzioni di :

  • prevenzione e l'educazione sanitaria, sia attraverso gli interventi sulla collettività, sia nell'approccio individuale che al singolo soggetto
  • interventi educativi in raccordo con le istituzioni scolastiche e con le altre istituzioni che, a vario titolo, sono coinvolte nell'area dell'infanzia e dell'età evolutiva
  • promozione della procreazione cosciente e responsabile e della tutela della gravidanza a rischio
  • prevenzione ed il controllo delle patologie genetiche
  • umanizzazione dei servizi sanitari, a salvaguardia dell'integrità psichica del minore e della madre e degli aspetti relazionali nella famiglia, anche mediante la promozione della ospedalizzazione domiciliare e del day hospital
  • funzionamento dei servizi in emergenza - urgenza nell'arco delle 24 ore
  • funzionamento di servizi in grado di garantire globalità e continuità di cura per le emergenti patologie croniche e disabiiltanti, idoneamente distribuiti sul territorio nazionale
  • adeguamento della distribuzione territoriale dei servizi di nefrologia e dialisi pediatrica, di oncoematologia pediatrica e per il trapianto di midollo osseo, di cardiologia e cardiochirurgia infantile, di endocrinologia e diabetologia pediatrica, di mucoviscidosi e malattie respiratorie croniche, di malattie genetiche e metaboliche pediatriche, di terapia intensiva e subintensiva, di epatologia pediatrica medica e chirurgica, ivi compresi i trapianti d'organo, delle unità per grandi ustionati in età pediatrica
  • promozione della procreazione cosciente e responsabile e della tutela della gravidanza a rischio
  • facilitazione dell'accesso alle prestazioni diagnostiche e terapeutiche ad elevata tecnologia