FAQ Vaccini

  1. Cosa prevede la nuova legge per chi non fa eseguire le vaccinazioni obbligatorie?
  2. Cosa prevede la nuova legge per l’iscrizione a scuola?
  3. Quali sono le scadenze per l’anno scolastico 2017-18?
  4. Sono il genitore di un bambino che frequenta il nido/la scuola materna. Cosa devo fare?
  5. Sono il genitore di un bambino che frequenta la scuola dell’obbligo. Cosa devo fare?
  6. A chi devo chiedere il certificato di esonero o di rinvio delle vaccinazioni per motivi di salute?
  7. E se mio figlio ha già avuto una delle malattie prevenibili con vaccinazione?

Cosa prevede la nuova legge per chi non fa eseguire le vaccinazioni obbligatorie?

Risposta:

In caso di mancata osservanza dell’obbligo vaccinale, i genitori, i tutori o i soggetti affidatari sono convocati dalla Asl territorialmente competente per un colloquio al fine di fornire ulteriori informazioni sulle vaccinazioni e per sollecitare a farle. Se resta l’inadempienza è prevista la sanzione amministrativa pecuniaria da euro 100 a euro 500. Le vaccinazioni obbligatorie costituiscono un requisito indispensabile per l’accesso ai fini dell’iscrizione agli asili nido e alle scuole per l’infanzia.

Cosa prevede la nuova legge per l’iscrizione a scuola?

Risposta:

Nella Regione Lazio è sufficiente l’autocertificazione, nessuna corsa alle vaccinazioni, nè ai certificati. Le famiglie potranno sottoscrivere un'autocertificazione con la quale dichiarano di essere in regola con le vaccinazioni obbligatorie o manifestano la volontà di mettersi in regola secondo i tempi previsti dalla legge. Inoltre la Regione Lazio e l’Ufficio Scolastico Regionale hanno firmato un Protocollo d’intesa per rendere ancora più semplice la vita delle famiglie.

Quali sono le scadenze per l’anno scolastico 2017-18?

Risposta:

Per questo anno scolastico 2017-2018 la documentazione, ovvero l’autocertificazione, deve essere presentata:

  • entro l’11 settembre 2017 per i nidi e la scuola dell’infanzia (fascia d’età 0 – 6 anni).
  • entro il 31 ottobre 2017 per la scuola dell’obbligo e le altre istituzioni del sistema nazionale di istruzione (fascia d’età 7- 16 anni).
  • entro il 10 marzo 2018 va presentata la documentazione comprovante le vaccinazioni

Nella Regione Lazio, a seguito della sottoscrizione del Protocollo d’intesa con l’Ufficio Scolastico Regionale, saranno le ASL, una volta acquisiti gli elenchi da parte delle scuole, a valutare la regolarità della situazione vaccinale dei singoli.

Sono il genitore di un bambino che frequenta il nido/la scuola materna. Cosa devo fare?

Risposta:

entro l’11 settembre 2017:

  • nella Regione Lazio è sufficiente presentare l’autocertificazione, vale a dire la dichiarazione di essere in regola con la normativa, oppure di manifestarne la volontà (si tratta di due moduli distinti scaricabili dal sito della Regione delle ASL)
  • nei casi di avvenuta immunizzazione a seguito di malattia naturale, oppure di omissione o differimento per specifiche cause, va presentata idonea documentazione rilasciata dal medico curante o dal pediatra (vedere ultime due Faq)

Sono il genitore di un bambino che frequenta la scuola dell’obbligo. Cosa devo fare?

Risposta:

Per questo anno scolastico 2017-2018 la documentazione, ovvero l’autocertificazione, deve essere presentata:

  • entro il 31 ottobre 2017
  • entro il 10 marzo 2018 va presentata la documentazione comprovante le vaccinazioni.

Come già indicato nelle faq precedenti, nella Regione Lazio, a seguito della sottoscrizione del Protocollo d’intesa con l’Ufficio Scolastico Regionale, saranno le ASL, una volta acquisiti gli elenchi da parte delle scuole, a valutare la regolarità della situazione vaccinale dei singoli.

A chi devo chiedere il certificato di esonero o di rinvio delle vaccinazioni per motivi di salute?

Risposta:

Le vaccinazioni obbligatorie possono essere omesse o rinviate ove sussista un accertato pericolo per la salute dell’individuo, in relazione a specifiche condizioni cliniche documentate. Tali condizioni cliniche devono essere attestate dal medico di famiglia o dal pediatra di libera scelta, sulla base di idonea documentazione ed eventualmente avvalendosi anche del parere di medici specialisti, e in coerenza con le indicazioni fornite dal Ministero della Salute e dall’Istituto Superiore di Sanità nella “Guida alle controindicazioni alle vaccinazioni”, disponibile al seguente link: http://www.salute.gov.it/imgs/C_17_pubblicazioni_1947_allegato.pdf.

Il certificato è gratuito.

E se mio figlio ha già avuto una delle malattie prevenibili con vaccinazione?

Risposta:

Il medico curante (pediatra di libera scelta o medico di famiglia) che lo ritiene necessario (consapevolezza di avvenuta malattia) può richiedere il test sierologico.

I test sierologici possono essere effettuati solo per le malattie che danno immunità permanente e per le quali esiste il test sierologico: per morbillo, parotite, rosolia, varicella ed epatite B.

L’onere del test è comunque a carico dell’assistito.

AllegatoDimensione
FAQ Vaccini - Documento Regione Lazio411.86 KB