NEWS - Articolo in data 08.01.2018, pag. 2, a firma Antonio Sbraga.

qui c'è un'immagine

Ufficio Stampa

Prot. n. 2724 del 10/01/2018
Spett.le Direzione Nazionale
de “IL TEMPO”
Roma

OGGETTO: Articolo in data 08.01.2018, pag. 2,
a firma Antonio Sbraga.

Gentile Direttore, Gentile Collega,

in riferimento all’articolo citato in oggetto ed ai dati in esso riportati Vi chiediamo di voler cortesemente ospitare la presente nota.
Per quanto ci riguarda, i dati pubblicati sono stati tratti dal Piano Nazionale Esiti (PNE) relativo al 2016, che sono le ultime rilevazioni per l’attività sanitaria prodotta dalla ASL.
Ad oggi la situazione, per le attività che seguono, si è così modificata:

FRATTURE DEL COLLO DEL FEMORE: intervento chirurgico entro 2 giorni

Nell’articolo risulta la peggiore “performance” in ambito regionale dell’Ospedale “Fabrizio Spaziani” di Frosinone.
Anche in considerazione di quei dati la Direzione Aziendale ha nominato – nel maggio 2017 – un nuovo Responsabile del Reparto Ortopedia e Traumatologia.
Da quel momento in poi si è registrato una inversione di tendenza molto netta. Infatti se la media nazionale è del 57,8%, da maggio 2017 a dicembre 2017, l’equipe del Reparto di Or-topedia dell’Ospedale F. Spaziani” di Frosinone, diretta dal Dr. Antonio Pitocco, è riuscita ad operare entro le 48 ore il 74,79% dei pazienti con frattura del collo del femore, con un “trend” che, nei mesi, non è mai andato al di sotto del 66%.
E, si badi bene, con lo stesso personale che – come è noto (e riguarda in generale il Servizio Sanitario) – è carente di alcune unità tant’è che la nostra ASL si accinge ad effettuare nuove assunzioni di personale ortopedico proprio per consolidare e migliorare l’attività dell’importante Reparto.

MORTALITA’ A 30 GIORNI PER ICTUS ISCHEMICO

Nel corso del 2017 – precisamente da ottobre – è stata attivata la Unità di Terapia Neurova-scolare (UTN), Reparto questo di cui l’Ospedale “Fabrizio Spaziani” di Frosinone era sprov-visto.
Dotata di n. 6 posti letto la Struttura ha già accolto e curato n. 56 pazienti per ictus ischemico acuto, n. 10 pazienti per trombectomia meccanica (trattati entro le 5 ore – cosiddetta finestra terapeutica), n. 10 casi di stenosi carotidea preocclusiva operati entro le 24 ore nell’Hub di ri-ferimento.
Inoltre sono state seguite e trattate, sempre presso l’UTN dell’Ospedale “F.Spaziani” di Fro-sinone, diretta dal Dott. Maurizio Plocco, le emorragie cerebrali spontanee, patologie queste che, in passato, venivano trattate trasferendo pazienti fuori provincia.
Per tutti questi pazienti trattati (n. 56) sin dall’apertura del Reparto, l’indice di mortalità a 30 giorni si attesta a circa il 5,3% (n. 3 pazienti).
Infine dopo 3 mesi, tutti presentano un indice di disabilità molto basso (tra 0 e 2) il che signi-fica una disabilità minore in cui il paziente conserva una propria autonomia.

PARTI CON TAGLIO CESAREO PRIMARIO

Nelle tre strutture di Ostetricia e Ginecologia della ASL di Frosinone questi sono i dati fatti registrare (percentuale di parti con taglio cesareo primario):

- Ospedale “F. Spaziani” di Frosinone = 21,57%
- Ospedale “S. Scolastica” di Cassino = 21,95%
- Ospedale “S. Trinità” di Sora = 27,36%

Cordiali saluti.

Marco Ferrara
Capo Ufficio Stampa ASL FR

AllegatoDimensione
Articolo IL TEMPO del 08.01.2018.pdf780.98 KB