Tu sei qui

Comitati e Commissioni

Placeholder 200x100

L'Atto Aziendale prevede la costituzione dei seguenti Organismi collegiali, disciplinati dalla normativa vigente:

  1. Comitato Unico per le Pari Opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni CUG; Atto Deliberativo n. 801 del 17 giugno 2014;
  2. Comitato Etico Interaziendale; Atto Deliberativo n. 35 del 15 gennaio 2014;
  3. Commissione per il Prontuario Terapeutico; Atto deliberativo n. 580 del 14 maggio 2014 - Atto Deliberativo 1114 del 22 agosto 2014;
  4. Comitato per il Buon Uso del sangue; Atto Deliberativo n. 925 del 8 luglio 2014;
  5. Comitato per il Controllo delle Infezioni Correlate all'Assistenza CICA; Atto Deliberativo n. 573 del 9 maggio 2014;
  6. Comitato per l'Ospedale Senza Dolore; Atto Deliberativo n. 16 del 11 gennaio 2012;
  7. Commissione distrettuale per l'appropriatezza prescrittiva dei dispositivi medici, dei farmaci e della diagnostica, il cui ruolo va rafforzato con strumenti di monitoraggio più incisivi in grado di fornire al medico prescrittore informazioni in tempo reale, passando dall'appropriatezza basata sui costi all'appropriatezza clinica; Atto deliberativo n. 556 del 30 aprile 2014;
  8. Comitato Valutazione Sinistri; Atto Deliberativo n. 695 del 23 maggio 2014;
  9. Comitato per il Controllo dei requisiti di Autorizzazione ed Accreditamento delle Strutture Private Accreditate; Atto Deliberativo n. 483 del 6 giugno 2013 e Atto Deliberativo n. 1291 del 13 ottobre 2014;
  10. Comitato Scientifico ASL Frosinone; Atto Deliberativo n. 1122 del 26 agosto 2014;
  11. Commissione Infungibilità; Atto Deliberativo n. 9 del 4 gennaio 2013;
  12. Commissione aziendale per il Repertorio Dispositivi Medici; Atto Deliberativo n. 594 del 8 luglio 2013 e Atto Deliberativo n. 96 del 3 febbraio 2015;
  13. Comitato Consultivo Zonale; Atto Deliberativo n. 575 del 29 aprile 2016;
  14. Commissione Paritetica per l'Intramoenia; Atto Deliberativo n. 1124 del 1 settembre 2016.

Il Direttore Generale, tenuto conto delle specifiche esigenze dell'Azienda potrà prevedere l'istituzione di ulteriori Comitati o Commissioni anche se non disciplinati dalla normativa vigente, al fine di favorire che le problematiche di rilevanza aziendale siano affrontate in maniera coordinata e sinergica, purchè ciò non comporti oneri aggiuntivi a carico del bilancio dell'Azienda.

I Regolamenti dei Comitati e delle Commissioni saranno, ove già emanati, aggiornati secondo le indicazioni del presente Atto nei 60 giorni successivi all'approvazione da parte della Regione Lazio.